Come si comporta una persona narcisista nelle relazioni?

Le relazioni sentimentali ed interpersonali delle persone che soffrono di un Disturbo Narcisistico di Personalità sono caratterizzate generalmente da difficoltà emotive ed affettive. Infatti, la maggior parte dei rapporti persegue in modo rigido e patologico lo scopo di vedersi riconosciuti esclusivamente i propri bisogni di totale dedizione ed ammirazione, dove l’altro viene così percepito esclusivamente come un prolungamento del proprio benessere. Tutto ciò può accadere attraverso delle forme di controllo e sottomissione che possono essere sia palesemente manifeste sia strategicamente nascoste.

Tra le forme manifeste troviamo la persona narcisista dominante che nella coppia deve comandare in tutto e per tutto attraverso comportamenti come imposizioni, critiche e punizioni. Tali comportamenti saranno agiti ogni volta che le sue aspettative non sono corrisposte oppure quando non otterrà nessun vantaggio personale. Inoltre, nei casi più gravi si può persino arrivare ad aggressioni fisiche o ad umiliazioni pubbliche.

Invece, tra le forme nascoste che sono più difficili da smascherare, troviamo il/la narcisista vittima che si crogiola nel suo ruolo di persona ferita e bisognosa con atteggiamenti passivi e remissivi. Tali azioni tendono così ad attivare nel partner dipendente un continuo accudimento che per il partner narcisista non sarà mai abbastanza poiché, sentendosi unico ed intoccabile nella sua sofferenza, pretenderà esclusivamente la totale dedizione del partner.

Infine, la tipologia della persona sofferente di narcisismo patologico più difficile da riconoscere è il/la narcisista accudente che è molto abile a lusingare e gratificare l’altro, facendol* sentire spesso al centro dell’universo. Ne consegue che le persone con questo tipo di narcisismo presentano paradossalmente delle capacità nel cogliere i bisogni dell’altro molto più sviluppate rispetto ai narcisisti precedentemente descritti. Infatti, sono abili oratori nel trovare le giuste parole, nel fornire le cure desiderate e le giuste considerazioni, assumendo così il ruolo di partner ideali con cui costruire una relazione perfetta. Tuttavia, pur sembrando a volte in sintonia con l’altro, non sono autentici nel mettersi nei panni dell’altro perché il loro scopo è sempre quello di ricevere attenzioni e sentirsi ammirat* come il/la partner perfetto.

Dott. Di Domenico Alessandro – Psicologo e Psicoterapeuta

Centro di Psicoterapia e Salute Mind Lab – MARTINSICURO (TE)

Se hai gradito questo articolo, puoi commentarlo qui sotto ed eventualmente condividerlo sui social network. Inoltre, se pensi di aver bisogno di una consulenza psicologica online o in presenza presso il mio studio, puoi contattarmi telefonicamente, via sms o What’s App al 389|5287600 o mandare una email al seguente indirizzo di posta elettronica info@alessandrodidomenico.com


BIBLIOGRAFIA

  • American Psychiatric Association, “Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali – 5° Edizione” (2013)
  • Behary W. T., Parpaglione E., “Disarmare il narcisista. Sopravvivi all’egocentrico e migliora la tua vita‎” (2012)
  • Carcione A., Semerari A., “Il narcisismo e i suoi disturbi. La terapia metacognitiva interpersonale” (2018)
  • Dimaggio G., “L’illusione del narcisista. La malattia nella grande vita” (2016)
  • Salvatore G., Carcione A., Dimaggio G., “Schemi interpersonali nel disturbo narcisistico di personalità: la centralità della scarsa agentività e della dipendenza. Implicazioni per la relazione terapeutica” Cognitivismo Clinico (2012)
  • Semerari A., Dimaggio G., “I disturbi di personalità: modelli e trattamento” (2003)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *